Tags

il mio ricordo bello è di quell’estate in cui mio cugino grande era spesso a casa nostra, al mare.
veniva accompagnato da due amici, a volte da uno solo dei due.
io avevo quell’età in cui i cugini grandi ti sembrano grandissimi e non capisci se hanno sedici anni o trentadue. però mi ricordo che gli amici di mio cugino grande lavoravano, per cui un po’ grandi dovevano essere davvero.
eppoi guidavano.
mi portavano con loro in auto e ridevano e scherzavano e si sfottevano e dicevano le parolacce. napoli stava a due passi. dall’autoradio usciva la voce strana di questo cantante nuovo, chissà quale era il nome e quale era il cognome.
la canzone era bella, aveva ritmo.
io ridevo tanto quando diceva nun ce scassate o’cazzo.

Advertisements